Vendemmia 2016: intervista al direttore della Tenuta La Marsiliana

Vendemmia 2016: intervista al direttore della Tenuta La Marsiliana

La vendemmia 2016 in Maremma

“Una stagione molto favorevole, un ottimo andamento climatico, venti freschi e vegetazione perfetta; insomma una stagione su cui mettere la firma.” Cesare Moncini, direttore della Tenuta La Marsiliana, ci descrive così la vendemmia 2016.

“Un fatto che ci rende felici per molte ragioni qui a Principe Corsini“, continua “Grazie al clima favorevole, secco e fresco, abbiamo limitato moltissimo gli interventi in vigneto, già pochi perché conduciamo un’agricoltura biologica al 100%. Quest’anno la natura ha fatto il suo corso, regalandoci viti molto “in forma”. Così in forma che continuano a vegetare anche dopo la vendemmia!”

D: Si può dire che sia stata un’annata eccezionale?

R: Sebbene sia ancora presto per giudicare l’evoluzione dei vini, si può certamente affermare che, dal punto di vista agronomico, sia stata un’annata regolarmente perfetta. Perché la maturazione delle uve è avvenuta in maniera graduale, senza forzature e senza malattie. Il ché ha portato, in cantina, grappoli davvero belli – esteticamente e qualitativamente. Grappoli con bucce sane e compatte, soprattutto integre e croccanti. È stato un piacere vedere che gli acini raccolti non perdevano alcun liquido, segno di un’ottima qualità del frutto.

D: Il clima ha aiutato queste “performance”?

R: L’andamento climatico ha certamente favorito la sanità delle uve e la loro corretta maturazione. Addirittura, il caldo estivo ha portato ad un lussureggiamento fogliare, sul quale siamo intervenuti con un leggero diradamento del verde in modo da far respirare gli acini e soleggiarli.

D: In Maremma anche i venti sono importanti per la viticoltura?

R: Esatto. A volte capita che venti di Scirocco proveniente dal Nordafrica portino umidità e calore, creando un effetto “phon” sulle viti che accelera la maturazione dei grappoli. Quest’anno abbiamo avuto, al contrario, una presenza costante di brezze marine di tramontana e maestrale, che hanno mantenuto il clima fresco e asciutto.

D: Si parla di scarse piogge.

R: Effettivamente non ha piovuto molto. Considerato che in Maremma cadono dai 600 a 700 mm l’anno, abbiamo avuto circa 200 mmm fino a ottobre. Tuttavia, le piogge sono state provvidenziali, nel senso che si sono verificate in periodi favorevoli, giugno e settembre, permettendo alla vite di non essere stressata. Ricordo un acquazzone del 20 di giugno dopo molti giorni di siccità: il cacio sui maccheroni, per usare un’espressione gastronomica.

D: Possiamo fare previsioni sui vini?

R: La situazione appare complessivamente buona. Dai primi assaggi emergono vini freschi, abbastanza alcolici, ben strutturati e profumati. Tutto fa pensare che avranno ottime caratteristiche alcoliche e polifenoliche grazie a fermentazioni favorite da temperature che sono state ideali in settembre-ottobre.

D: Come si dice, il vino nasce in vigna prima che in cantina.

R: La sanità delle uve è il principio di un ottimo vino, che procede nelle sue trasformazioni senza “sforzo”. Per portare un esempio concreto, quest’anno non abbiamo dovuto fare inoculi in fase di fermentazione, ma abbiamo utilizzato solo i lieviti indigeni selezionati dai nostri vigneti.

Contatta Principe Corsini

L’azienda vitivinicola Principe Corsini produce vino ed olio a regime biologico e vegan nelle tenute di Villa Le Corti e La Marsiliana.

Contattaci per maggiori informazioni!

Contattaci

Leggi anche

Continua la lettura e scopri di più su news, prodotti ed eventi di Principe Corsini.

A Tenuta La Marsiliana apre la mostra: Tommaso Corsini, archeologo in Maremma

Scopri di più

I vini di Tenuta Marsiliana ottengono il certificato vegan

Scopri di più

Fico: vino biologico e vegan da un’idea di Filippo Corsini

Scopri di più